prestinenza.it
 

Disegnare è importante?

Luigi Prestinenza Puglisi 25 novembre 2013 Questioni di teoria Nessun commento su Disegnare è importante?

Disegnare è importante e nessuno vuole metterne in dubbio il valore. Inoltre, i disegni irrealizzabili possono, anzi debbono, essere utili alla ricerca architettonica. Il disegno non può però essere un succedaneo dell’architettura, così come non possono esserlo la poesia, la prosa e la stessa critica.

E meno che mai una può essere via di fuga per scappare dai problemi di una congiuntura edilizia estremamente sfavorevole che costringe  i progettisti a una forzata inattività.

Invece, per uscire dalla crisi dell’architettura serve buttarsi nell’eteronomia dei bisogni più che nella ricerca di pratiche estetizzanti. Perché, se non si vuole cadere in un formalismo vuoto di contenuti, servono più che mai proposte concrete, idee su come migliorare l’habitat, non morfemi galleggianti nella bidimesionalità possibilista di photoshop, molto distante dalla dura tridimensionalità e materialità della realtà. Diversamente sarebbe l’ennesima ritirata italiana nell’accademismo. Quella di chi critica la società dello spettacolo ma poi produce solo spettacolo, oltretutto spazialmente poco interessante.

About The Author

avatar

Luigi Prestinenza Puglisi é nato a Catania nel 1956. Fa il critico di architettura. È presidente dell’Associazione Italiana di Architettura e Critica e direttore della rivista online presS/Tletter (www.presstletter.com). È stato curatore della serie ItaliArchitettura (Utet Scienze Tecniche) - una raccolta dei migliori progetti realizzati dagli architetti italiani negli ultimi anni - e docente di Storia dell’architettura contemporanea (Università di Roma La Sapienza). Ha scritto numerosi libri. Quello a cui tiene di più è: HyperArchitettura (Testo&Immagine 1998). Quello che ha venduto di più è: This is Tomorrow, avanguardie e architettura contemporanea (Testo&Immagine, 1999). Quello che avrebbe voluto che vendesse di più è: Introduzione all’architettura (Meltemi, 2004). Quello che ha avuto le migliori recensioni: New Directions in Contemporary Architecture (Wiley, 2008). E poi vi è il più recente: Breve Corso di scrittura critica (Lettera 22, Siracusa 2012) destinato a tutti coloro che vogliono scrivere di architettura e imparare i principi dello storytelling. 
Da non perdere la sua Storia dell’architettura del 1900 liberamente scaricabile e consultabile sul sito www.presstletter.com e sulla pagina facebook dedicata: History of Contemporary Architecture by lpp.

Leave A Response