Se  il caso Casamonti fosse stato un semplice problema giudiziario lo avremmo lasciato ai giudici. Sarebbe stato un ennesimo episodio di assegnazione teleguidata: come ne accadono tante nelle amministrazioni pubbliche, dai comuni alle università. Invece ci racconta di un modo di pensare, produrre, organizzare la cultura architettonica che ci tocca da vicino e che, paradossalmente, [...]