Nella Firenze degli anni ottanta, fortemente influenzata dalle esperienze dell’avanguardia radicale, Massimo Mariani  sperimentava con i suoi studenti alcuni progetti fondati sull’osservanza rigorosa di regole, spesso arbitrarie: costituivano il quadro all’interno del quale trovare una coerenza logica e con il quale, anche dal punto di vista formale, fare i conti. Qualche anno dopo Mariani aderiva [...]